5×1000 ASSEFA

5×1000: è una scelta che non costa nulla, ma ha un grande valore!

Sostieni ASSEFA: il tuo 5×1000 andrà a finanziare progetti di sviluppo per le comunità contadine dell’India del sud.

bambine-sad

E’ semplice!

Al momento della consegna della dichiarazione dei redditi (730, CUD e Modello Unico) è necessario:

– firmare il riquadro dedicato alle Organizzazioni non lucrative di utilità sociale […] e alle fondazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, c.1, lett.a) del D.lgs n. 460 del 1997 (il primo riquadro in alto a sinistra)

– indicare il codice fiscale di ASSEFA: 90029640084

fac-simile-destinazione-5x1000

Ecco come useremo il tuo 5×1000

Il tuo 5×1000 sarà destinato al finanziamento di uno dei progetti in favore delle comunità rurali che ASSEFA ha avviato per restitituire ai contadini dignità e condizioni di vita sostenibili e combattere la speculazione e lo sfruttamento irresponsabile della terra. Contadini, donne, bambini, sviluppo sostenibile sono al centro di ogni iniziativa che puoi aiutarci a realizzare.

Ecco come lo abbiamo usato negli scorsi anni:

2016: progetto Kallupatti e SivakasiCentri per contadini’ – Farmer Centers . Con la guida degli operatori ASSEFA, i contadini locali vengono incoraggiati e guidati a gestire meglio il lavoro agricolo, in modo da ottenere una produzione più abbondante e stabile nel tempo, e un reddito tale da assicurare alle loro famiglie una vita dignitosa. Ciascun Centro fà da riferimento per 10 ‐ 15 villaggi della zona circostante, in modo da servire in totale circa 600 contadini, che sono sostenuti finanziariamente con prestiti a rotazione, destinati a crescere nel tempo per essere usati a beneficio della comunità: per migliorare le tecniche di coltivazione, per l’allevamento del bestiame e per l’adozione di metodi di irrigazione efficienti. Il tempo previsto per la realizzazione del progetto è di 4 anni.
 
2015: costruzione di un edificio scolastico a Pooriyampakkam. In quest’area ASSEFA è presente e operante già da oltre 30 anni. La maggior parte dei contadini appartiene alla comunità dalit (nel sistema delle caste erano gli intoccabili). Per i loro figli è stata aperta nel 2014-2015 una scuola che allora accoglieva 375 bambini e attualmente ne accoglie 572, dalla materna all’ottava classe. Gli alunni vengono da 32 villaggi delle vicinanze. Le domande di ammissione alla scuola sono molte, e nei prossimi anni sarà raggiunto il numero di 1000 alunni. Per questo è stato costruito un nuovo edificio scolastico con 3 aule e in futuro è prevista la costruzione di altre 4 aule, per un numero totale di 7.
 
2013-2014: progetto Uchapatti. In questo villaggio è stato realizzato un centro di lavorazione di prodotti agricoli. L’impianto, dove lavorano circa 20 donne, oltre a tecnici e personale amministrativo, produce caffè macinato, pickles e spezie. I prodotti agricoli sono trasformati direttamente al centro di Uchapatti e venduti nelle zone circostanti, consentendo così ai produttori di non dover più fare ricorso a intermediari, cosa che riduce sensibilmente il margine di guadagno. Tutto ciò ha consentito di creare nuovi posti di lavoro, a vantaggio soprattutto delle donne della zona.
 
2011-2012: progetto Vembarali. Nel villaggio di Vembarali, in una regione semi-arida a nord di Madurai, in Tamil Nadu, abbiamo costruito e avviato un centro per la trasformazione della frutta in succhi. Questo ha consentito di garantire ai contadini prezzi più dignitosi sulla vendita della frutta e pagamenti regolari.
 
2010: progetto Palani Hills. L’obiettivo del progetto è quello di sostenere le comunità indigene chiamate Adivasi – che vivono nelle aree collinari di Palani, in Tamil Nadu – e che sono tra le più marginalizzate e vulnerabili di tutta l’India, a conseguire condizioni di vita migliori, in grado di soddisfare le necessità primarie.

Grazie a tutti quelli che hanno scelto di destinare il proprio 5 per mille ad ASSEFA.